Archivio

Una zanzara mi farà lavorare?

Percorsi nuovi per collegare la scuola al lavoro verde

Una collaborazione nuova e stimolante per il CEAS: in stretta collaborazione con il settore ambiente del Comune di Carpi e con il Liceo Fanti sono stati attivati per quest’anno scolastico due progetti di alternanza scuola-lavoro a carattere ambientale: “Il nostro… vegetable garden” (costruzione dell’orto scolastico con attività in inglese) e “Studenti contro la zanzara tigre” (attività di monitoraggio ambientale).

Il percorso “Il nostro… vegetable garden” vede le classi 3° U del Liceo Fanti Scienze Umane e 4° K del Liceo Fanti Linguistico protagoniste di un’esperienza di peer education, ovvero educazione tra pari: il principio base di questa metodologia è che la conoscenza si trasmetta tra “pari grado”, cioè tra persone simili, per età, status e problematiche, con uno scambio attivo di idee ed esperienze. Gli adulti nella peer education hanno un ruolo di supervisori e di facilitatori dell’interazione tra giovani.

Fonte: fya.org.uk

I ragazzi del Liceo parteciperanno a step di formazione e di attività pratiche che li porteranno a valutare i metodi educativi più efficaci per i bambini del primo ciclo della scuola primaria e a mettere in pratica le conoscenze acquisite in ambito linguistico per costruire insieme attività ludiche in lingua inglese (canzoni, filastrocche, giochi) che integreranno la progettualità del CEAS sul tema della sostenibilità e dell’orto scolastico. Successivamente ragazzi e ragazze affiancheranno gli esperti del CEAS nei loro interventi presso le scuole primarie del territorio proponendo le attività progettate.

Il secondo progetto di alternanza scuola-lavoro è “Studenti contro la zanzara tigre”: la classe 3° E del Liceo Fanti Scienze Applicate sarà protagonista di una ricerca scientifica di studio del territorio limitrofo all’istituto e/o aree di residenza.  L’obiettivo è di fornire agli studenti stimoli e strumenti necessari per valutare prospettive lavorative nel settore del monitoraggio ambientale, nel campo della ricerca scientifica, nel settore delle comunicazioni (giornalismo scientifico e di informazione ai cittadini).
L’obiettivo delle 30 ore complessive del percorso è di passare dallo studio teorico delle scienze a una prospettiva da applicare al mondo del lavoro, per dare una visione che possa orientare consapevolmente i ragazzi su aspetti più teorici, più pratici o più analitici.

Dopo una fase di formazione su conoscenze di biologia ed etologia della zanzara tigre, gli alunni elaboreranno un questionario per verificare le competenze dei cittadini relativamente alla biologia, alla gestione e ai potenziali pericoli sanitari che possono essere indotti della zanzara tigre. I dati raccolti e rielaborati saranno utili per verificare il livello di percezione e di conoscenze dell’opinione pubblica su questo tema.

Si procederà poi alla ricerca sul campo insieme agli esperti ambientali del CEAS, per effettuare campionamenti e analisi allo stereo-microscopio delle uova e delle larve prelevate, arrivando a determinare e quantificare la presenza della zanzara tigre nell’area presa in esame.

Il percorso si concluderà con la distribuzione di materiale e informazioni per la lotta alla zanzara tigre presso il mercato locale, per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla corretta gestione di questo insetto.

Per informazioni:
Ceas Unione Terre d’Argine
tel. 059 649990, fax 059 649991
.(JavaScript deve essere abilitato per visualizzare questo indirizzo email)

(pubblicato il 31 Ottobre 2017)