Archivio

Fuori classe

Il CEAS inizia la didattica ambientale all’aperto

Alcuni percorsi didattici proposti dal CEAS permettono delle uscite in ambiente e delle visite guidate agli impianti: esperienze sempre interessanti per gli studenti, gli insegnanti e gli enti coinvolti!

Quest’anno i 400 studenti delle 16 classi prime del Liceo Fanti di Carpi che partecipano al progetto “Il paesaggio della bonifica” visiteranno, insieme a un educatore ambientale del CEAS e al tecnico del Consorzio Bonifica dell’Emilia centrale, il nodo idraulico di Magnavacca, in Via Lama di Quartirolo, dove è presente anche una Cassa di espansione.

La Cassa d’espansione di tre ettari di superficie e un metro di profondità, per una capacità potenziale di 31 mila metri cubi d’acqua, è frutto del Progetto Life rinasce e aumenta il grado di sicurezza idraulica dell’area residenziale ad Est di Carpi e del territorio extra-urbano limitrofo.

Il progetto “H2O risparmio vitale” prevede due uscite in ambiente, che completano l’attività didattica realizzata in classe insieme ai nostri esperti,  con la visita al campo pozzi in via XXII aprile a Campogalliano e al depuratore di S. Marino di Carpi.

Nell’anno scolastico in corso circa 200 studenti visiteranno il campo pozzi accompagnati da un educatore ambientale di Aimag: qui sono presenti 6 pozzi che rintracciano acqua di falda a diverse profondità, l’impianto di clorazione a base di biossido di cloro, gas volatile disinfettante, e una vasca d’accumulo. Da questo campo pozzi partono le condotte idriche che servono i comuni di Campogalliano, Soliera e Novi.
Negli ultimi anni le scolaresche avevano invece visitato il campo pozzi Aimag di Cognento di Modena e ancor prima quello di Fontana di Rubiera, da cui partono le tubature per la città di Carpi.

Info
Ceas
tel. 059 649990, .(JavaScript deve essere abilitato per visualizzare questo indirizzo email)

(pubblicato il 25 Febbraio 2020)