Archivio

Da “Puliamo il mondo” a “Puliamo insieme”

Esperienze positive a Carpi e a Soliera e la storia… continua

Tantissimi i volontari presenti e gli oggetti recuperati per “Puliamo il mondo 2019”.  A Carpi 300 volontari, suddivisi in una ventina di squadre, hanno battuto città e campagna raccogliendo i rifiuto abbandonati lungo le strade, i canali e nei parchi dall’inciviltà di molti.

Soddisfatti gli organizzatori che hanno raccolto diversi quintali di rifiuti, in parte concentrati in piazzale re Astolfo, polo logistico dell’iniziativa, e in parte accatastati in altri luoghi predeterminati per essere poi raccolti in un secondo tempo dal personale di Aimag.

A Carpi l’esperienza di pulizia volontaria della città continua, grazie a un gruppo giovanile (Ecobusters) che si trova ogni sabato mattina e a un pool di associazioni che ha scelto di chiamarsi “Puliamo insieme” e che una volta al mese, raccordandosi via Telegram, attuerà una pulizia organizzata, in particolare nel centro storico.

A queste due associazioni si stanno affiancando il Progetto Chernobyl, i ragazzi di Fridays for Future e Libera, e sono in corso contatti con la Banca del Tempo che in qualche zona della città già effettua in proprio interventi di pulizia dello spazio pubblico.

Con loro collabora Aimag, con attrezzature e raccolta dei sacchi di rifiuti riempiti dai volontari.

È un segnale della forte sensibilità ambientalista che sta maturando nelle nuove generazioni e nella cittadinanza intera!

(pubblicato il 31 Ottobre 2019)