Archivio

Come cambia la raccolta dei rifiuti

La raccolta differenziata continua, ma ci sono importanti eccezioni

In queste settimane di emergenza per il Coronavirus la raccolta differenziata non è sospesa, ma ci sono nuove indicazioni da rispettare per la tutela della salute.

Foto: corrriere.vicentino.it

  • Chi è POSITIVO AL TAMPONE o in QUARANTENA OBBLIGATORIA: non deve più differenziare, ma gettare tutto nella raccolta INDIFFERENZIATA (rifiuto secco), possibilmente utilizzando due o tre sacchetti uno dentro l’altro e smaltirlo ogni giorno.
  • Per tutti gli altri: i FAZZOLETTI DI CARTA in questo periodo eccezionalmente non vanno nell’organico, ma nell’INDIFFERENZIATO (rifiuto secco), insieme ovviamente a MASCHERINE e GUANTI.

Inoltre, nel contesto delle ultime disposizioni per il contenimento della diffusione del Coronavirus, AIMAG informa che i servizi essenziali sono in continuità e garantiti per tutte le attività, ma con alcune importanti avvertenze a tutela dei clienti e dei lavoratori.

Gli sportelli clienti e gli sportelli di recupero crediti saranno aperti solo su appuntamento, per effettive necessità, da concordare chiamando i nostri Numeri Verdi. I clienti sono invitati a prediligere i servizi web o chiamare il servizio telefonico, fortemente potenziato, per tutte le pratiche e le richieste.

Numeri Verdi
AIMAG: 800 018405 – Acqua, Rifiuti, Teleriscaldamento
Sinergas: 800 038083 – Luce Gas

Sono chiusi gli ecosportelli per la gestione dei materiali per la raccolta differenziata. E’ sospesa l’attività di distribuzione dei sacchetti biodegradabili per i contenitori della raccolta del rifiuto organico; altri contenitori necessari, per esigenze specifiche ed urgenti, potranno essere consegnati direttamente a domicilio da AIMAG senza costi.
I sacchetti biodegradabili distribuiti possono essere sostituiti con le buste biodegradabili della spesa o acquistandoli direttamente al supermercato.

Sono temporaneamente chiuse le case dell’acqua gestite da AIMAG (Carpi, Mirandola, Novi e San Felice sul Panaro) per motivi precauzionali in quanto l’utilizzo delle apparecchiature da parte di numerose persone non rappresenta, in queste settimane, una pratica consigliata sia per motivi igienici sia per il divieto di uscire di casa se non per comprovate necessità.

Approfondimenti

Raccolta differenziata ai tempi del Coronavirus

(pubblicato il 25 Marzo 2020)