Archivio

A scuola con Alfabeto Ambiente

Tante le adesioni ai progetti del CEAS, si riparte insieme!

Oltre 200 le richieste ricevute per i progetti didattici di Alfabeto Ambiente, numeri sempre gratificanti per lo staff del CEAS e per le Amministrazioni comunali di Carpi, Novi e Soliera che sostengono con fiducia un servizio ormai consolidato di diffusione e promozione dell’educazione allo sviluppo sostenibile. 56 è il numero dei progetti scelti dalle scuole d’infanzia, 91 dalle scuole primarie, 61 dalle scuole secondarie di 1° grado e 32 dalle scuole secondarie di 2° grado.

I progetti più apprezzati in questa fase di iscrizione? Le scuole d’infanzia hanno accolto con entusiasmo il nuovo progetto “Leggeri come l’aria”, che ha ottenuto 15 richieste su un totale di 56: i bambini e le bambine affronteranno un viaggio nella magia dell’aria, l’elemento invisibile che regala la vita a tutto il mondo, con laboratori sensoriali, giochi ed esperimenti, laboratori di riciclo e la narrazione della storia “Il mondo di Flepy”.

Le scuole primarie hanno apprezzato in particolare i progetti “Il fiume racconta”, che approfondisce la conoscenza del proprio territorio, e in particolare del fiume Secchia, sia dal punto di vista naturalistico che storico/culturale e “Magia verde” dedicato alla scoperta delle piante e all’osservazione del verde che ci circonda.

20 classi delle scuole secondarie di 1° grado hanno chiesto di partecipare al progetto “Il cellulare e le onde invisibili” confermando l’interesse per il tema dell’inquinamento elettromagnetico, della telefonia mobile e della promozione di un uso corretto e consapevole di computer, tablet e cellulare.

Nelle scelte delle scuole secondarie di 2° grado spicca il progetto “Il paesaggio della bonifica”, curato dal CEAS in collaborazione con il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale. Nella parte svolta in classe viene approfondita la storia del Consorzio di Bonifica nel contesto di un paesaggio in perenne trasformazione, riconoscendo siti e memorie dell’acqua nel territorio dell’Unione delle Terre d’Argine. Il percorso si completa con una visita guidata al Cavo Lama e all’impianto di sollevamento di Pratazzola a Soliera, all’impianto idrovoro di Moglia oppure al nodo idraulico di Boretto.

Approfondimenti

Alfabeto Ambiente

Per informazioni:
CEAS Unione Terre d’Argine
tel. 059 649990, fax 059 649991
.(JavaScript deve essere abilitato per visualizzare questo indirizzo email)

(pubblicato il 21 Novembre 2018)